Coltelli rotativi

Controllo del proprio coltello rotativo e riduzione dei costi operativi con Mitsubishi Electric

Panoramica

Applicazioni con coltelli rotativi prevedono l'uso di 2 servoassi necessari per operazioni di taglio, pressatura o punzonatura continue o intermittenti. Facendo questo, il primo asse è sincronizzato automaticamente con riguardo alla velocità di avanzamento dell'asse susseguente che provvede al trasporto del materiale da tagliare, pressare o punzonare. Il servoasse 1 (o asse slave) ruota alla velocità segnalata dall'asse 2 (o asse master) per l'azionamento del nastro di trasporto. La variazione della velocità del nastro trasportatore è così adattata alla velocità del coltello rotativo.

Quali sono i principali componenti d'automazione?

Il controllore LD77MS rappresenta una semplice soluzione per applicazioni con coltelli rotativi. Caratteristiche come una rapida elaborazione dei segnali, la generazione automatica dei dati di camme a disco e la compensazione di impulsi elettronici per sezioni non sottoposte a taglio consentono al controllore LD77MS di gestire gli impulsi d'ingresso di un encoder esterno o di un servoasse master.

Applicazione

Tipiche applicazioni per coltelli rotativi sono caratterizzate da una continua rotazione del servomotore. Con piccole distanze tra i singoli tagli (inferiori alla circonferenza del dispositivo di taglio), la velocità del motore lungo il settore in cui non è previsto alcun taglio è aumentata rispetto al nastro trasportatore. Se la distanza aumenta, la velocità del motore diminuisce. Questo tipo di applicazione consente altresì di variare la distanza di taglio ovvero la posizione di pressatura o punzonatura. Lo stesso dicasi per la precisione di processo in seguito a slittamento, trattenimento o rallentamento del materiale da tagliare. Simili oscillazioni sono compensate con un sensore per marcature supplementare.